http://piazzaarmerina.org/modules/mod_image_show_gk4/cache/banners.adv-top-iplazagk-is-172.pnglink
http://piazzaarmerina.org/modules/mod_image_show_gk4/cache/banners.banner-917-70-promo-hotelgk-is-172.pnglink
http://piazzaarmerina.org/modules/mod_image_show_gk4/cache/banners.banner-917-70-INSIGHTgk-is-172.pnglink

Utenti Online

Abbiamo 128 visitatori e nessun utente online

Posta

  • Scritto da  Giovanni Piazza

"Vogghiu cantari mentri sugnu schetta
ca quannu mi maritu poi mi passa."
Canta, Ciccina e intantu s'arrizzetta,
cuntrolla si l'eccètera ci sbassa,
s'abbersa di fadetta e pitturina
e grapi quantu trasi l'aria fina.

"Ccu sa’ simmai c'è posta, stamatina."
E va taliannu nfunnu a la cchianata           
pirchì canusci ca la carruzzina
puru si nun cinn'è, nun cangia strata
e Pippinu la fa, mpittata e fitta,
l'ùnica chianatedda biniditta.
Eccu chi è dda, ca spunta misu a dritta,
pigghia di punta, pidalìa, l'ammutta,
l'urtima curva quantu la cchiù stritta
e si va ferma dda, propriu dda ssutta,
scinni Ciccina, in manu la cannata
a ddari rifriggeriu e cumparsata.

Bbongiornu, comu sta, bedda jurnata,
piccasu c'è qualcunu ca mi scrivi?
Accura ca me matri e dda ffacciata
certu, stannu scurrennu già l'olivi
dammilla na vasata, accura, accura,
scùrrunu, certu, aguanno annata dura
dimmillu n'autra vota, ancora, ggiura.
"Figghia, comu finì, ti nni calasti?
"Vegnu, mamà, ca sbagnu sta virdura,
àutri nun ni circari, mancu rasti,
stasira a la scurata, doppu i sei.
"Bongiorno, signurì." - "Bongiorno a llei."
"Cca sugnu." - "Senti, figghia, a tempi mei
la fimminedda sula nun sgammava
perciò quannu c'è Peppi graderei
ca ti ammostrassi quantu la cchiù bbrava,
cchiù seria, cchiù ppulita e mammulinama
soprattuttu menu culumbrina.

Talìa nsocchi c'è cca, cchi ccosa fina,
la facci pizzi pizzi, tutta un focu,
sempri la stissa storia ogni matina
ca si appassa tuo patre a vvia di ddocu
ad adarmari nfernu tempu nenti
ci sta comu timpesta a quattru venti,

chimmai cussì sfacciatu e preputenti,
ca quann'èrimu ziti di cumparsa
misu all'attenti subbitaniamenti
nun l'amu fattu mai tutta ssa farsa
e senza mai passari la licenza
s'arrispittava almenu l'apparenza."

Ma quannu appoi ripenza a la pacenza
di Melu abbrancicatu a ffinistruni
ca p'ammustrarci la benevulenza
ogni vvota strazzava un pantaluni
ca pariva tagghiatu cull'accetta,
cca cci smovi di rìdiri e s'assetta.

"Vogghiu cantari mentri sugnu schetta
ca quannu mi maritu poi mi passa."
Canta, Ciccina e intantu s'arrizzetta,
si sbagna la russura ca ci sbassa,
s’abbersa di fadetta e pitturina
e nchiudi pirchì l'aria è troppu fina.

Vota questo articolo
(0 Voti)

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Calendario Eventi

Aprile 2017
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30

I nostri Sponsor

Disclaimer

Piazzaarmerina.org
è un portale realizzato e gestito da:
STUDIO INSIGHT
P.Iva 01089460867

PiazzaArmerina.Org © Copyright 2000-2016, All Rights Reserved | Realizzazione Studio Insight