Piazza Armerina è un comune della Sicilia centro-orientale situato sui monti Erei a circa 700 m  di altitudine, dista 30 km da Enna, la sua provincia e conta  20.766 abitanti. Famosa e riconosciuta nel mondo per i mosaici della Villa Romana del Casale, Piazza Armerina presenta un splendido centro storico barocco presieduto dall'imponente Duomo che, occupando la posizione più elevata (721 m) della città, ha tutt'intorno il nucleo antico capace di riportarci indietro nel tempo per le sue caratteristiche assai antiche: le viuzze medievali, i bei palazzi rinascimentali e barocchi, come il Palazzo Trigona e poco lontano da questo il Castello Aragonese.

Il centro storico, considerato il gioiello della città, è un concentrato di storia da vivere, grazie alle numerosissime Chiese, i Palazzi storici divenuti musei archeologici ed espositivi, i Conventi e le strade che mantengono uno splendore fedele nel tempo.

Altra caratteristica sono i Quattro Quartieri Medioevali della città, uno dei quali il centro storico, anch’essi ricchi di storia. Ogni anno, come la tradizione vuole, i Quattro Quartieri, si contendono il Vessillo della Patrona, Maria SS. delle Vittorie, nel Palio dei Normanni durante il Ferragosto Armerino (date 12-13-14-15 Agosto).
Durante il Ferragosto Armerino, la città, si prepara a rivivere, un passato glorioso, ricco di eventi storici che oggi rappresentano un vera e propria attrazione turistica.

Piazza Armerina, Via Roma

Un concentrato
di Arte e Cultura

Piazza Armerina è ideale per gli amanti delle attrazioni storiche, escursionistiche e del relax. Un meraviglioso connubio tra storia e natura, e grazie ai  suoi 20.000 ettari di boschi lussureggianti, presenta, durante le giornate estive un clima caldo, ideale per una piacevole villeggiatura.

Image
La città, attorniata da foreste, boschi e riserve naturali, è il 37° comune italiano per superficie con un'estensione di 302 km². Infatti Piazza Armerina è tra i comuni di maggior riferimento della provincia ennese.

Le meravigliose foreste del Parco Ronza, i boschi, altri siti quali: il Lago d'Olivo, creato a scopi irrigui, il sito archeologico di Montagna di Marzo, il Sito archeologico Rossomanno, sono le aree verdi protette dalla Regione per la tutela di un vero e proprio polmone verde, patrimonio della collettività.


Il bosco di Rossomanno, che ricade proprio nel territorio Armerino, prende nome dall'omonimo monte. Caratterizzato da una fitta selva e predominato da alberi di eucalipto, i suoi sentieri sono stati recentemente tracciati per favorire le attività sportive di mountain bike, escursionistiche e di trekking.

Un posto all'aperto diventato luogo di incontro e di svago per gli appassionati dello sport.